Pubblicato il Lascia un commento

Quanto influisce la gentilezza dei commessi sulla capacità di acquisto di un cliente e sulla sua fidelizzazione?

Quale sono quindi gli elementi fondamentali che rendono un’impresa competitiva nel suo mercato di riferimento, aiutandola a fidelizzare la propria clientela?
L’empatia e la gentilezza.

Lavorando come Content Creator e collaborando a stretto contatto con attività di vario tipo che operano in differenti settori, mi ritrovo di frequente a leggere e moderare molte recensioni lasciate dagli utenti che hanno interagito con queste, dalle quali emerge che uno dei maggiori elementi di successo risiede proprio nella cordialità e nell’attenzione che è stata riservata al cliente.

Quando un’attività ha tante recensioni positive, solo un 30-40% è ascrivibile alla qualità dei prodotti, mentre un buon 60-70% invece è dovuto, in gran parte, alla gentilezza del personale.

La cortesia, l’allegria, la disponibilità, ma anche l’empatia nei confronti del cliente, stimolano in lui una percezione positiva dell’attività, influenzando al contempo la sua capacità di acquisto e la probabilità che quest’ultimo ritorni.

Quando un cliente non ritrova invece questi elementi in chi gli sta di fronte tende a non valutare al meglio l’azienda, e ciò influisce anche sull’idea che questo andrà a farsi in merito ai vostri prodotti e soprattutto, se siete un’impresa, ai vostri servizi.

Vi sarà capitato di entrare in un negozio oppure in un bar e non percepire empatia nella persona che vi sta davanti, magari perchè scortese, fredda, distaccata, molto occupata oppure distratta.

Da questa unica esperienza può accadere che la prossima volta decidiate comunque di tornare da lui poichè magari si tratta del supermercato sotto casa, ma più probabilmente, se ne avete la possibilità, sarà facile che decidiate di recarvi da un suo competitor, memori della sensazione negativa che avete provato al vostro primo approccio.

In conclusione, la percezione che un cliente ha della tua attività non si basa solamente su cosa puoi offrirgli, ma anche sul come sai offrirlo.

Non lasciare che una giornata storta possa influire sulla percezione che i tuoi clienti hanno di te, rischiando di rovinare la Brand Reputation della tua attività.

Rifletti ora su quante volte ti possa essere capitato, e lascia un like se hai pensato almeno in un’occasione di non mettere più piede all’interno di un negozio a causa del comportamento riscontrato nei titolari oppure nei commessi!

Pubblicato il Lascia un commento

Il contenuto è RE!

Scopriamo quindi insieme come elaborare una strategia di Content Marketing vincente!

PIANIFICAZIONE

Per prima cosa, bisogna avere ben chiari gli obiettivi sui quali vogliamo concentrarci, e quali sono le nostre aspettative.

Chi siamo, dove siamo e dove vogliamo arrivare?
Ecco le prime tre domande da porsi.

STUDIO DEL TARGET

Il secondo studio da effettuare è quello sul tuo pubblico di riferimento.

Questo ti consentirà di conoscere al meglio la tua audience di riferimento, per individuare il giusto tone of voice da utilizzare nella creazione di contenuti che risultino efficaci e in grado di generare interazioni.

STORYTELLING

Una volta definiti obiettivi e target si arriva al cuore nevralgico di ogni strategia: la storia che si vuole raccontare.

Lo storytelling è l’arte di creare e dare vita ad un racconto sul quale si sviluppa l’intero piano di content marketing.

È un elemento indispensabile per costruire un legame con il nostro pubblico ed aumentare così il tasso di coinvolgimento.

Attraverso i nostri contenuti dobbiamo essere capaci di esprimere le sfide, le passioni, l’identità dell’azienda; solo così riusciremo a distinguerci dai nostri competitors!

Vediamo quindi quali sono gli elementi indispensabili per dare valore ai propri contenuti!

ACCESSIBILITÀ

I contenuti devono essere disponibili e facilmente reperibili dagli utenti per i quali sono stati creati.

COINVOLGIMENTO

Devi invitare le persone ad interagire con i tuoi contenuti stimolando il loro interesse e ponendo loro quesiti.

DIVULGAZIONE

Un contenuto, per essere di valore, deve fornire delle informazioni che gli utenti non potrebbero reperire altrove, sia che si parli di un prodotto, sia di un servizio.

Ultimo consiglio: usa i dati insight che hai a disposizione per capire quale tone of voice utilizzare, quali contenuti catturano meglio l’attenzione del tuo pubblico, qual è l’approccio migliore per generare un coinvolgimento autentico e duraturo.

Solo così potrai creare una strategia di Content Marketing efficace!

BUONA PASQUA A TUTTI!

Pubblicato il Lascia un commento

Dati Insight: cosa sono e come capirli!

Gli Insight sono dati statistici che Facebook ci fornisce in relazione alle nostre pagine Aziendali, uno strumento quindi indispensabile per analizzare l’andamento delle nostre attività sul web.

La prima cosa da fare è capire dove poter visualizzare questi dati: molto semplicemente, accedendo al proprio alla sezione “Insight” che trovi all’interno della tua pagina Facebook, dove potrai trovare tutte le informazioni utili che oggi andremo ad illustrarti.

Panoramica

La panoramica è la prima schermata a cui abbiamo accesso, e mostra un insieme dei dati più importanti raccolti in un determinato arco di tempo, ad esempio negli ultimi 7 giorni o negli ultimi 28.

Racchiude informazioni relative alle visite e ai “mi piace ottenuti”, quante visualizzazioni da parte di utenti ci sono state, quante persone hanno visualizzato o interagito con i nostri contenuti.

I dati che troverete in questi grafici si riferiscono sia a generazione organica, che a pagamento, e sarà possibile distinguere fra i due casi grazie al diverso colore delle linee di andamento presenti.

Promozioni

In questa sezione troviamo alcune prime informazioni relative alle ultime inserzioni realizzate sulla nostra pagina, che andranno poi approfondite attraverso lo strumento di “Gestione Inserzioni” presente all’interno del nostro Business Manager.

Persone che seguono la pagina, Mi Piace e Follower

Anche per questi dati possiamo scegliere di selezionare intervalli di tempo specifici, così da avere un’idea precisa di quali risultati sta portando la nostra strategia.

I Follower sono tutte quelle persone che hanno deciso seguirci perché interessati ai nostri contenuti, senza mettere però “mi piace” alla nostra pagina, viceversa, nella sezione relativa ai “mi piace” troverete tutti quegli utenti che hanno deciso di mostrarci il loro supporto aiutandoci a far crescere la nostra fan base.

I due numeri sono spesso discordanti, e generalmente i follower risultano essere superiori; questo non deve spaventarci: i nostri contenuti beneficeranno infatti di visibilità da parte di entrambi i gruppi di utenti!

Saper leggere i grafici di incremento presenti in queste sezioni ci aiutano a capire in tempo reale quanti a seguito di un’azione hanno deciso di seguirci, e quanti invece di non seguirci più, permettendoci di individuare cosa è più il linea con il nostro target, cosa integrare con la nostra strategia e come ottimizzarla.

Copertura

Passiamo ora alla “Copertura”, altro dato importantissimo, in quando ci permette di avere il numero effettivo delle persone che sono state raggiunte dai nostri contenuti, permettendoci di monitorare la qualità di ciò che facciamo e proponiamo.

In poche parole: la copertura indica il numero di utenti che hanno visto i tuoi contenuti almeno una volta, e si differenzia dal parametro Impression, ovvero il numero totale di volte in cui ad esempio un tuo post è stato visualizzato su uno schermo e include quindi più visualizzazioni da parte delle stesse persone.

In questa sezione troviamo anche i grafici relativi a reazioni, commenti e condivisioni ai post, utili per comprendere il grado di coinvolgimento delle persone e il potenziale virale dei contenuti pubblicati.

Anche in questo caso sarà possibile distinguere i dati generati da azioni organiche e quelli invece che derivano da inserzioni a pagamento.

Visualizzazioni della pagina

Questo dato ci mostro il numero di quante volte in totale la nostra pagina è stata visualizzata, e da quante persone è stata vista, sempre in relazione ad un intervallo temporale personalizzabile.

Anteprime della pagina

In questo specifico caso i dati che possiamo estrapolare dal grafico generato sono quelli relativi al numero totale di persone che hanno visualizzato l’anteprima della nostra pagina Facebook, mostrano così un primo interesse per la nostra attività.

Azioni sulla pagina

Ora parliamo invece dei dati relativi alle azioni che gli utenti hanno svolto sulla nostra pagina.

Questi ci indicano ad esempio il numero di persone che hanno cliccato sulle Call To Action presenti, sulle indicazioni stradali, sul link al sito web presente nelle informazioni o sui nostri recapiti telefonici.

Post

Ecco la sezione che ci permette di studiare e capire al meglio le abitudini del nostro pubblico, attraverso lo studio della copertura e dell’engagement ottenuti dai nostri contenuti.

Fra le varie cose, è possibile visualizzare un grafico che ci indica l’attività online dei follower, in relazione alla nostra pagina, nell’ultima settimana.

Inoltre, potrai avere una visione d’insieme su tutti i post pubblicati, con relative statiche come copertura e interazioni.

Se ti stai chiedendo a cosa serva questo, ecco la risposta: a capire quanti fan hanno interagito con un determinato post, così da stimare meglio l’interesse generato dagli argomenti trattati nella tua pagina.

Video

È importante tenere monitorate anche le performance dei nostri video.

Seleziona un intervalo di tempo per vedere quante visualizzazioni hanno ottenuto e per quanti minuti gli utenti hanno proseguito con la visione.

Persone

Infine, ecco una sezione che ti permette di capire meglio il tuo pubblico.

Qui troverai infatti informazioni relative al sesso, l’età, la provenienza e la lingua parlata dagli utenti che ti seguono.

Questi sono dati fondamentali per comprendere quali contenuti proporre, quale scelte editoriali compiere e quale pubblico andare a targettizzare per ottenere ottimi risultati attraverso campagne pubblicitarie.

Leggere ed interpretare attentamente tutti questi dati è di vitale importanza nel processo di creazione e realizzazione di una strategia di crescita efficace.

Il nostro consiglio è quello di non limitarsi al numero di “Mi piace ottenuti”, ma di scavare più a fondo, perché solo una visone d’insieme completa può indicarci la giusta direzione da dare alle nostre attività online!

Pubblicato il Lascia un commento

Guida alla scelta del giusto obiettivo

Notorietà del brand

Innanzitutto, investire in campagne ti consente di portare il tuo business online, aumentando così la visibilità e la notorietà della tua Azienda, permettendoti quindi di raggiungere nuovi potenziali clienti ed aumentare di conseguenza le tue vendite, sia online che offline!

Fatti conoscere e fai in modo che i clienti si ricordino di te incrementando la tua brand awareness.

Attira nuovi follower con post e stories che permettano agli utenti di conoscerti meglio.

Scegli poi di realizzare campagne pubblicitarie che abbiano come obiettivo “Notorietà del brand” per raggiungere un target in linea con i servizi che offri e fidelizzare clienti al tuo marchio, costruendo così un’identità forte che si ponga come punto di riferimento nel tuo settore di mercato.

Promuovi la tua azienda a livello locale

Questo obiettivo ti permette di connetterti con le persone che si trovano nelle vicinanze della tua attività per aumentare il traffico verso il tuo negozio, e di conseguenza, le vendite, indirizzando quindi la tua pubblicità ad un target locale le cui esigenze trovano riscontro nei tuoi servizi e prodotti.

Aggiorna la tua Pagina Facebook, il tuo profilo Instagram o WhatsApp Business inserendo indirizzo, orari di apertura e informazioni di contatto, per consentire alle persone di raggiungerti e visitare il tuo punto vendita.

Vediamo invece come aumentare la considerazione che gli utenti hanno della tua attività!

Traffico

Puoi facilmente indirizzare il giusto pubblico al tuo sito web aumentando così il traffico di utenti interessati ai tuoi prodotti su questo.

Rendi l’interazione ancora più facile ed intuitiva permettendo loro di contattarti facilmente su WhatsApp, Messenger o telefono grazie alle Call To Action che questo tipo di inserzione ti permette di creare.

Solo così potrai intercettare i bisogni dei tuoi potenziali clienti nel momento stesso in cui questi mostrano un interesse, realizzando vendite e fidelizzando persone a target con la tua Attività.

Interazioni

Accresci la tua fan base e aumenta l’interazione con i tuoi contenuti attraverso campagne di Fan Acquisition che ti permettano di far crescere i like presenti sulla tua pagina.

Questo è il punto di partenza per costruire una community solida attorno al tuo brand!

Coinvolgi poi i tuoi followers investendo nella promozione di singoli post, attirane di nuovi mostrando loro i contenuti che più ti rappresentano, catturando così l’interesse di nuovi potenziali clienti e rinnovando quello di chi già ti conosce ma magari si era dimenticato di te!

Generazione di contatti

Le campagne di Lead Generation sono invece un ottimo strumento per la creazione di un database profilato.

Attraverso moduli personalizzati potrai raccogliere informazioni utili sulle persone interessate alla tua Azienda, come nome, mail, indirizzo e numero di telefono, cosa che ti permetterà poi di realizzare comunicazioni e promozioni mirate per compiere azioni di remarketing efficaci!

Messaggi

Questa tipologia di inserzioni permette alle persone interessate ai tuoi servizi o ai tuoi prodotti di interagire in maniera facile e veloce con te, attraverso l’utilizzo dei più comuni canali di comunicazione, come Messenger, WhatsApp e Instagram.

Nuovi potenziali clienti potranno quindi farti domande con un semplice click, rendendo il processo di scambio di informazioni pratico ed istantaneo, aiutandoti a rimanere sempre in contatto con il tuo pubblico!

Strumenti come Messenger infatti ti consentono di rispondere alle domande frequenti, fornire assistenza e addirittura chiudere vendite.

Infine, qualunque sia il tuo obiettivo, ricorda sempre che per ottenere successo è necessario avere le idee ben chiare: conoscere il pubblico a cui vuoi rivolgerti è fondamentale affinché le tue campagne arrivino alle giuste persone, conoscere a fondo le esigenze dei tuoi clienti ti permette invece di proporre loro servizi e contenuti in linea con i loro interessi e di conseguenza in grado di attrarli.

Pubblicato il Lascia un commento

Perché investire in Advertising

Perché investire in Advertising

I cambiamenti nelle abitudini dei consumatori, le differenze che si sono create nella domanda, le nuove modalità logistiche di approvvigionamento di beni hanno portato ad un risultato comune: la necessità di operare una riorganizzazione della propria comunicazione aziendale.

Bisogna saper sfruttare le opportunità di questo nuovo e importantissimo mercato legato al digital marketing, in maniera strategica e mirata, per ottenere il massimo risultato in termini di valorizzazione della propria immagine dall’investimento che si va a fare.

L’obiettivo principale da porsi è la costruzione, mediante campagne pubblicitarie, di una awareness nell’utente potenzialmente a target con la nostra offerta che possa durare nel tempo, trasformandosi in fidelizzazione.

È impensabile quindi decidere di non investire nell’advertising quando si parla di strategia di comunicazione e di vendita.

Come si costruisce una strategia pubblicitaria vincente?

  1. Parti dal tenere in considerazione il contesto in cui la tua attività si posiziona e scegli il tono del tuo messaggio promozionale con attenzione: valuta con attenzione i contenuti che intendi promuovere, rivolgiti al tuo pubblico con un tone of voice il più possibile in linea con le esigenze dei tuoi clienti, racconta loro la storia che si nasconde dietro il tuo prodotto o il tuo servizio.
  2. Fai che il tuo messaggio sia utile per chi lo visualizzerà: se decidi di promuovere la tua attività comunica ai tuoi clienti se sono disponibili servizi particolari, come la consegna a domicilio, il ritiro in negozio, la possibilità di prenotare online.
  3. Rafforza il tuo messaggio pubblicitario curando la Brand Reputation della tua Azienda: prima di acquistare qualcosa, o prenotare un servizio, gli utenti vanno alla ricerca di una riprova sociale che li rassicuri sul venditore; integra quindi fra le tue pubblicazioni organiche testimonianze e recensioni dei tuoi clienti e incrementa la social proof legata al tuo marchio.

Passiamo poi alla scelta dei canali pubblicitari da utilizzare!

Tutti i social e i motori di ricerca possono essere usati per veicolare il proprio messaggio promozionale, l’obiettivo è quello di trovare il media-mix perfetto per il tuo settore merceologico, tenendo sempre ben a mente le linee guida di cui abbiamo parlato sopra.

Analizziamo insieme e nel dettaglio i principali canali di advertising in modo da capire quale può essere il più idoneo per la tua attività!

Campagne SEM

Partiamo dall’advertising sviluppato attraverso i motori di ricerca.

Un potenziale cliente, quando cerca un prodotto o un servizio, parte sempre da Google.
Ecco perché è fondamentale sfruttare i canali di advertising offerti da queste piattaforme nella maniera più mirata ed appropriata possibile!

Gli annunci sui motori di ricerca appaiono all’utente che sta ricercando un determinato prodotto, basandosi sulla corrispondenza con parole chiave specifiche da questo digitate, e che trovano corrispondenza con quelle legate alla nostra ADS.

Si va quindi ad intercettare il bisogno dell’utente nel momento esatto in cui questo esprime il suo interesse, attirando la sua attenzione.

Direct Email Marketing

È molto importante ricordare la propria presenza anche a tutti i vecchi clienti, utilizzando l’email marketing.

Crea newsletter accattivanti per informare tutti quegli utenti che hanno acconsentito a ricevere aggiornamenti sui tuoi prodotti o servizi direttamente via mail!

Profila il tuo pubblico con l’ausilio di un database organizzato e invia comunicazioni dirette e personalizzate, trasmettendo così la tua vicinanza al cliente stesso, che si sentirà apprezzato e considerato.

Per rimanere in tema con l'argomento non perdere il video Pillole di Marketing interamente dedicato all'importanza e al funzionamento del database 👇🏻

Social Media

Le piattaforme social sono sicuramente un elemento fondamentale da integrare nella propria strategia di advertising, in quanto permettono di raggiungere un ampio bacino di utenti e di profilare in maniera molto accurata il pubblico a cui vogliamo rivolgerci.

Gli strumenti di Facebook permettono infatti di trovare potenziali nuovi clienti attraverso un sistema di targetizzazione estremamente mirato e basato su interessi e comportamenti degli utenti.

Inoltre, attraverso i social, è possibile aumentare la forza del nostro messaggio grazie all’impatto visivo di immagini e brevi video che vanno a fondersi con il contenuto testuale della nostra inserzione.

Remarketing e Retargeting

Infine, è necessario non dimenticarsi di tutti quei visitatori che ancora non hanno compiuto un’azione di conversione ma hanno mostrato interesse per la nostra offerta cliccando sull’inserzione proposta.

Qui entrano in campo le strategie di retargeting, che ci permettono di raggiungere tutta quella fetta di pubblico che ancora non ha finalizzato l’acquisto, concentrando gli investimenti su questi utenti.

In conclusione, investire in una strategia di advertising funzionale e ragionata può fare davvero la differenza per la tua attività.

Attraverso le campagne pubblicitarie potrai aumentare la visibilità del tuo brand e trarre un ritorno positivo dai tuoi investimenti non solo in termini di aumento delle conversioni, ma anche di permanenza nella memoria degli utenti, accrescendo così il valore della tua Azienda e dei tuoi prodotti.