Pubblicato il Lascia un commento

Social media marketing: advertising a pagamento o strategia organica, quale scegliere?

Vediamo insieme qual è la differenza fra strategia organica e campagne a pagamento.

Con strategia organica si indica l’insieme di azioni che sfruttano le opportunità e le caratteristiche di ciascuna piattaforma social in maniera totalmente gratuita, senza investire nelle opportunità pubblicitarie a pagamento, come ad esempio la pianificazione e la pubblicazione di post, di video, di stories e di reels.

Alla base di queste attività svolte si ha l’algoritmo delle varie piattaforme, che assegna maggiore o minore visibilità a ciascun contenuto considerando una serie di criteri e fattori, che variano da un social network all’altro e mutano nel tempo, riuscendo così a dare in modo naturale una visibilità “soddisfacente” ai propri post.

Altro aspetto da tenere in considerazione è l’insieme di azioni, sia di relazione diretta con gli utenti, sia quelle che nascono e si sviluppano all’interno delle micro community esistenti nel web; per esempio, la pubblicazione di post in particolari gruppi o lo svolgimento di attività di comunicazione personale con influencer e utenti che hanno commentato o lasciato like a precedenti post pubblicati.

Si capisce quindi che l’altra faccia della medaglia della strategia organica siano il community marketing e il marketing relazionale.

L’advertising a pagamento invece utilizza strumenti e tools pubblicitari predisposti dalle varie piattaforme per raggiungere in modo più rapido e mirato un target migliore per il nostro brand e per i nostri servizi e prodotti.

Ogni social consente di affinare la segmentazione del proprio pubblico di riferimento, così da poter presentare ogni inserzione esclusivamente agli utenti più simili alla buyer persona ideale.

A ciascun utente vengono perciò mostrati contenuti sponsorizzati vicini ai suoi interessi, il tutto in un contesto familiare, per una tipologia di ADS che sta man mano diventando sempre meno invasiva!

La strategia organica fornisce sufficiente visibilità?

Attualmente, la visibilità organica dei post pubblicati sulle varie piattaforme social si sta riducendo sempre di più.

Questo perché tutte le grandi piattaforme puntano a monetizzare il più possibile, e la strada più semplice è spingere le aziende a investire in pubblicità.

Bisogna perciò far assaggiare le potenzialità del social in forma gratuita, per ridurre poi la portata organica così da “costringere” le aziende a investire per mantenere questi risultati.

Per questo, le strategie fondate solo su una visibilità organica sono ora destinate ad ottenere esiti sempre più bassi e sempre meno rilevanti.

Anche l’advertising però rischia di essere controproducente se non si basa su una strategia di marketing mirata e funzionale.

È indiscutibile che non investire budget, più o meno significativi, nelle campagne di advertising porti ad ottenere risultati esili e inconsistenti, ma è anche vero che la sola attività di advertising fine a sé stessa non è in grado di sfruttare appieno le potenzialità che un social ha da offrirci.

Questo perché i social appunto si basano su interazioni e relazioni che gli utenti intrattengono, fra loro e con le aziende.

La comunicazione in questo settore è perciò many-to-many, dove nessuno si trova mai in una posizione di privilegio definitivo.

Applicare quindi logiche di comunicazione “classiche” ai social risulta disastroso.

C’è bisogno di dialogo e relazione attiva, dove le aziende si impegnino per risultare davvero interessanti, e seguano le regole della rete a cui ciascun utente è sottoposto.

Per questo, un contenuto pubblicitario deve seguire le logiche della relazione e della ricerca di consenso personale per ottenere effetti positivi, altrimenti, nonostante il numero di utenti raggiunti, pochi risulteranno realmente interessati all’annuncio.

Si può affermare quindi che la strategia migliore sia quella di integrare advertising a pagamento e operatività organica, ma perché questa sia efficace bisogna che ciascuna campagna a pagamento avviata proponga contenuti e modelli tipici delle logiche organiche a clienti potenzialmente a target con quanto offerto.

In pratica, ogni inserzione deve essere concepita in modo da poter innescare effetti relazionali col pubblico di riferimento.

Ricorda: sfruttare al meglio i social equivale a incrementare significativamente la qualità del rapporto azienda/clienti, e allargare il numero di quelli potenziali!

Pubblicato il Lascia un commento

MISSION, perché è fondamentale averne una.

Siamo sicuri che ve lo siete chiesto in molti, per questo oggi abbiamo deciso di rispondere a questa domanda!

La mission aziendale è quell’obiettivo, quel valore da perseguire, che permette ad un’attività di differenziarsi dagli altri nel suo mercato di riferimento.

È perciò importante sceglierla con cura, e seguire la rotta che abbiamo predisposto per la nostra Azienda!

In gergo tecnico, stiamo parlando quindi di una dichiarazione d’intenti: attraverso questa chiariamo cosa ci distingue dai nostri competitors, qual è il nostro fine ultimo e quali sono gli strumenti di cui ci avvaliamo per raggiungere i risultati che ci siamo prefissati.

All’atto pratico invece, è il nostro biglietto da visita, attraverso il quale comunichiamo chiaramente chi siamo, cosa facciamo e cosa i clienti possono aspettarsi da noi, dai nostri prodotti e dai nostri servizi.

Si compone quindi di tre parti:

  • Un chiarimento esaustivo su ciò che la nostra Azienda fa e a chi si indirizza;
  • Una promessa, fatta in modo sincero ai clienti; questa deve essere, nei limiti del possibile, esplicita e misurabile, nonché inutile dirlo, deve essere mantenuta;
  • Una dichiarazione dei valori che caratterizzano la nostra attività e le persone che la compongono, ovvero ciò che sta loro a cuore, cosa li spinge a fare il loro lavoro, e l’impegno che questi riservano alle cause sociali.

Scrivere la propria mission aziendale in maniera chiara e corretta ci permette perciò di distinguerci dalla massa e raggiungere i clienti ideali, comunicando anticipatamente a loro in cosa crediamo, cosa offriamo e a chi ci rivolgiamo con i nostri servizi.

Inoltre, seguire una mission aziendale ci aiuta a non perdere mai di vista gli obiettivi che ci siamo prefissati, mantenendoci sulla strada giusta che ci permetterà di raggiungerli, facendo sì che le azioni e i comportamenti delle persone di cui ci circondiamo siano sempre in linea con lo scopo ultimo della nostra attività.

Per questo è sempre utile e consigliabile condividere la mission aziendale all’interno del proprio ambiente e gruppo di lavoro!

Per redigerla in maniera ottimale vi offriamo quindi alcune regole da poter seguire:

  • Deve essere semplice, ordinata e facile da comprendere;
  • Deve essere specifica in termini di benefici e risultati che i clienti possono ottenere decidendo di affidarsi alla nostra Azienda;
  • Deve sottolineare e illustrare il valore aggiunto che ci proponiamo di portare sul mercato.
  • Deve sempre promuovere positività, e soprattutto ispirare speranza.

Tutto questo aiuterà la tua attività a collegarsi emotivamente con gli utenti, mostrando loro il lato umano della nostra impresa, andando così a smuovere i sentimenti dei potenziali clienti per spingerli all’acquisto dei servizi o dei prodotti che proponiamo loro!

Pubblicato il Lascia un commento

Come rendere memorabile il tuo messaggio pubblicitario

Cosa fare quindi? 🤔 Scopriamolo insieme!

Per far sì che il tuo messaggio pubblicitario sia veramente efficace e raggiunga l’obiettivo per cui è stato creato deve essere memorabile.

Cosa significa? In tre semplici parole: DEVE ESSERE RICORDATO!

Se non è in grado di catturare al primo sguardo l’attenzione dell’utente difficilmente questo in futuro sarà spinto a rivolgersi a noi per soddisfare le sue esigenze.

Il primo passo per essere ricordati è la creazione di contenuti creativi che stupiscano e catturino gli utenti, provocando un effetto “WOW” in chi visualizza la tua inserzione, incentivandoli a salvare il tuo post per potervi accedere anche a posteriori.

Sfrutta poi lo strumento dello storytelling per offrire al tuo pubblico più informazioni sulla tua attività o su quello che offri, diluendole all’interno di una storia più ampia alla quale possano appassionarsi; questo li spingerà ad interagire con i tuoi contenuti per saperne di più, e li farà affezionare a te e al tuo prodotto.

Dare un valore aggiunto alla nostra offerta è sempre una strategia vincente, e in questo caso il valore aggiunto è proprio il significato profondo che si cela dietro a quanto presentato, da condividere con lo spettatore affinché anche lui possa comprenderlo e farlo suo.

Tutto questo si lega infine ed inevitabilmente alla sfera delle emozioni.

La maggior parte delle nostre decisioni sono dettate infatti dai sentimenti e solo successivamente compiute con la ragione, per questo è importantissimo puntare dritto al cuore delle persone!

Pubblicato il Lascia un commento

Facebook ADS – Tre Aspetti Fondamentali

Lo spazio dedicato alle pubblicazione di inserzioni è, per ovvie ragioni, limitato.
Se così non fosse, all’interno del nostro newsfeed troveremmo solo #pubblicità, e questo spingerebbe gli utenti ad abbandonare le piattaforme #social!

Facebook ha quindi instituito un algoritmo in grado di risolvere questo problema, che seleziona le inserzioni da pubblicare con maggior frequenza fra quelle potenzialmente in grado di assicurare un maggiore ritorno economico.

La cosa più importante per la piattaforma è mantenere alto il numero di utenti attivi, pertanto la scelta di pubblicazione e posizionamento di una campagna è condizionata da un “punteggio di qualità”, che si basa su quattro fattori:

  1. Offerta massima, ovvero il costo massimo che si ha a disposizione per il singolo click.
  2. Qualità dell’annuncio: FONDAMENTALE, in quanto maggiore sarà il valore di questo parametro, più alta sarà l’interazione degli utenti con l’inserzione stessa.
  3. Per determinarla si può fare riferimento alla metrica del CTR (Click Through Rate), cioè il rapporto che c’è fra numero di visualizzazioni dell’annuncio e click.
  4. Stima delle #interazioni con la campagna: la previsione di come gli utenti interagiranno su quella determinata campagna, calcolata da Facebook basandosi su contenuti simili.
  5. Rendimento nel tempo: il periodo in cui una determinata inserzione ha delle buone performance.

Quindi, come migliorare le campagne di Facebook Advertising?

Cura la creatività della tua inserzione, sia nel copy che nella grafica.
Devi catturare l’attenzione degli utenti, conquistarli, proponendo loro contenuti che siano in grado di coinvolgerli ed informarli.

La qualità dell’inserzione influisce inoltre sulla sua distribuzione: più il contenuto è rilevante, maggiore sarà la risposta degli utenti, poiché l’algoritmo tende a premiare le ADS con inserzioni di valore, migliorandone il rendimento.

Infine, ricordati sempre di scegliere il giusto formato per la tua grafica!
Adatta la creatività della tua inserzione al canale su cui intendi promuoverla per ottimizzarne i risultati.
Sperimenta fra i vari formati che Facebook mette a tua disposizione e scegli quello più indicato!

Pubblicato il Lascia un commento

Conosci te stesso, conosci il cliente, innova.

Rimanere al passo con le nuove strategie è fondamentale e la parola d’ordine è: SORPRENDERE.

Serve conoscere le strategia di mercato, le logiche dei social e avere tanta creatività!

Il concetto chiave però è costruire relazioni.
Serve conoscere le persone e entrare in contatto con gli utenti, con le loro abitudini, i loro desideri. 

Cosa si fa in una relazione per conoscersi e capirsi? Si ascolta, si parla e si raccontano storie!

Ogni Azienda ha la sua storia, cose da dire e il suo tono di voce.
Per questo è importante comunicare nel modo corretto e con le giuste persone se ci si vuole fare notare.

Dare una svolta alla propria identità, discostarsi dal sentiero già tracciato ed essere pronti a lanciarsi in una nuova avventura per raggiungere i risultati a cui aspiriamo!

Impara a stabilire una reale conversazione con i clienti attraverso l’utilizzo dei social network e a fare storytelling in maniera efficace.
Per farlo è necessario creare strategie di comunicazione digitale moderne e funzionali, progettare campagne pubblicitarie sui social media in grado di aumentare la tua rete di contatti e la tua audience, e costruire un piano editoriale con contenuti che siano in grado di catturare l’attenzione e coinvolgere gli utenti.

Noi siamo pronti ad affiancarti nel tuo percorso di innovazione.
Come?
Mettendo a tua disposizione le nostre competenze di web design e grafica, le capacità certificate sull’uso degli strumenti Google e dei principali Social Networks, l’abilità di analisi e di elaborazione di strategie e di contenuti.

Inoltre, insieme saremo in grado di entrare in contatto con il tuo pubblico e sorprenderlo con una nuova, meravigliosa, immagine del tuo business!

Pubblicato il Lascia un commento

#FestaDellaDonna e altri Hashtag

Una buona strategia digitale si basa sempre sull’attenta pianificazione di un calendario editoriale costantemente aggiornato, che ci permetta di programmare con facilità e coerenza i nostri contenuti!

Nella delicata fase di planning è quindi fondamentale andarsi a segnare date specifiche che riguardano il proprio brand, come eventi, promozioni, lanci di prodotto.

È infatti indispensabile integrare nelle nostre pubblicazioni giornate mondiali, eventi nazionali o internazionali, celebrazioni e tutte quelle date che ci permettono di partecipare a conversazioni in grado di coinvolgere non solo i nostri follower, ma anche una più ampia fetta della community di Instagram.

Sfrutta gli hashtag collegati a queste ricorrenze per avvicinarti alle persone e mostrarti attivo su tematiche di loro interesse, per aumentare la visibilità del tuo profilo sfruttando i trend del momento, ovviamente contestualizzando sempre il tutto con il tipo di attività che svolgi e il tone of voice che solitamente utilizzi.

Prendi come esempio la giornata di oggi: è facile intuire che #festadelladonna registrerà un grande volume di ricerche.

Inserendo questa festività all’interno del calendario editoriale potrai quindi andare ad intercettare nuovi potenziali utenti, cogliendo l’opportunità che l’hashtag dedicato ti offre.

Pubblicato il Lascia un commento

Come ottimizzare il tuo profilo Instagram

Questo però non basta per aumentare la tua visibilità online e sfruttare appieno le potenzialità che questo social mette a tua disposizione.

Cosa serve allora? È semplice: una strategia per ottimizzare il tuo profilo e i tuoi contenuti!

Scopriamolo insieme come!

Nome
Quando andrai a scegliere il tuo username, ricorda sempre che è importante selezionarne uno professionale, attinente al tipo di attività che svolgi, poiché ti permetterà di indicizzare al meglio il tuo profilo e di farti raggiungere da potenziali utenti interessati; il limite massimo di caratteri consentiti è 30, ma il nostro consiglio è quello di limitarti ad un massimo di dieci, evitando il più possibile simboli e caratteri particolari.

Foto Profilo
Sarà il tuo biglietto da visita, la prima immagine che gli utenti avranno e di conseguenza si faranno di te, perciò dovrà essere professionale, in linea con lo stile del tuo feed, in grado di parlare di te a primo impatto.
Puoi scegliere di optare per una tua foto istituzionale, con sfondo neutro e una posa che ispiri fiducia, o di inserire il tuo logo, per rafforzare così la tua brand identity.

Nome Utente
Sarà il nome visibile agli utenti, quello con cui si ricorderanno di te e attraverso il quale capiranno a primo impatto chi sei e di cosa ti occupi.
Scegline uno che contenga una keyword in grado di parlare dei servizi che offri: questo ti permetterà di posizionare al meglio il profilo nella tua nicchia di mercato.

Categoria
Scegli correttamente la categoria in cui la tua attività rientra fra quelle proposte da Instagram: sarà visibile sotto il nome utente, e servirà agli utenti per inquadrarti al meglio in un determinato settore!

Biografia
Sfrutta lo spazio della bio per spiegare in poche righe chi sei, di cosa ti occupi e cosa offri al tuo pubblico.
Inserisci qualche hashtag che ti aiuti ad indicizzare il profilo, qualche emoji simpatica che dia colore e sia attinente con quanto dici, e come sempre parole chiavi!
Sii breve, conciso, diretto e professionale.

Post
I contenuti che posti devono avere uno scopo ed essere coerenti fra loro.
Cura la grafica, ma non sottovalutare i copy: un feed per essere ottimizzato non deve solo essere bello, deve offrire un valore aggiunto alla community!
Scegli un obiettivo (o più di uno) e portalo avanti: intrattenere, informare, inspirare, emozionare, l’importante è coinvolgere gli utenti, farlo bene e farlo nel modo giusto!
Può non essere semplice, ed è qui che entra in campo l’importanza di un Calendario Editoriale ben strutturato, che si basi su una strategia comunicativa delineata da e con esperti del settore, in grado di guidarti al meglio e consigliarti sul tone of voice ideale da utilizzare con il tuo target di riferimento.

Storie in Evidenza
Si sa, ormai anche su Instagram stories, video, dirette e reels sono strumenti fondamentali per cementificare la connessione con i tuoi follower, farli sentire parte integrante di una community, coinvolgerli nel tuo progetto.
L’importante però è selezionare fra questi solo pochi e buoni contenuti da fissare in alto, fra le storie in evidenza.
Questo perché saranno la prima fonte di informazione per i nuovi utenti che atterreranno sul tuo profilo, pertanto meglio evitare di tempestarli di chiacchiere e scegliere invece di fornire loro risposte alle principali domande che si staranno ponendo: chi sei, cosa fai, perché dovrebbero decidere di seguirti.

Continua a seguirci per altri utili consigli, o chiamaci per ricevere una consulenza gratuita, durante la quale andremo ad analizzare insieme lo stato dei tuoi social e a studiare la strategia vincente per far crescere il tuo profilo e migliorare la tua visibilità!

Pubblicato il Lascia un commento

Comunica con i tuoi clienti

Scegliere le giuste parole ci aiuta a creare fin da subito un clima di fiducia ed empatia, per questo è necessario utilizzare un linguaggio che sia positivo e costruttivo, ma anche accattivante e convincente.

Ricorda sempre che una buona #comunicazione non è mai unilaterale: gli utenti vogliono più di tutto trasmetterti la loro opinione sul prodotto o il servizio che offri!

👉🏻 Chiedi sempre un feedback per acquisire importanti informazioni sul loro modo di pensare e sul loro comportamento e per far sì che la tua strategia sia vincente devi, capendo bene le esigenze di chi hai di fronte.
La tua azienda, i tuoi contenuti, la tua immagine, devono avere una personalità, così che il cliente possa individuare velocemente che tipo di servizio gli stai offrendo, percependo i valori a cui ti ispiri.
Devi prenderti cura della tua Brand Identity, perché i clienti si sentono rassicurati da aziende con una reputazione forte e sono più portati a concludere acquisti e a fidelizzarsi 💪🏻

Comunica con loro e loro comunicheranno con te: insieme costruirete il futuro del tuo business! 🚀

📞 Contattaci per ricevere la tua consulenza gratuita +39 02 3792 7228

Pubblicato il Lascia un commento

“Ceci n’est pas une pipe”, ma del buon marketing!

Questo perché oggi fare marketing è un’arte che necessita di delicatezza: bisogna provare empatia, imparare a intercettare i bisogni degli altri, essere pronti a dare loro ciò di cui hanno bisogno.

Non si può essere aggressivi, bisogna invece invogliare gli utenti a cercare te perché è te che vogliono.

In poche parole, bisogna fare marketing senza che gli altri si accorgano che lo stiamo facendo.

È qui che entra in campo la cruciale importanza dei contenuti.
Gli utenti utilizzano il web per cercare informazioni, risolvere problemi e trovare soluzioni, quindi contenuti di qualità in grado di rispondere ai loro bisogni risulteranno più efficaci di qualsiasi altro tipo di comunicazione!

Si tratta di un approccio diverso rispetto alla pubblicità tradizionale che tutti abbiamo in mente. 

Lo scopo non è più quello di convincere l’utente in modo evidente, ma quello di offrire un valore aggiunto.

Il messaggio pubblicitario viene così nascosto tra le righe, e appunto non sembra marketing.

Per coinvolgere l’utente si possono inserire delle semplici Call To Action sempre in linea con i contenuti proposti, invitando ad esempio i lettori a contattarvi per avere maggiori informazioni, a lasciare un commento, o a condividere il vostro post!

Pubblicato il Lascia un commento

Quanto è importante un buon servizio fotografico per il tuo Business?

Un antico detto recita:

“Un’immagine vale più di mille parole”

– Confucio

Se chi lo ha detto fosse ancora tra noi potrebbe vedere con i suoi occhi quanto questa affermazione è ogni giorno sempre più vera.

Stiamo attraversando un momento storico dove la comunicazione visiva, ossia la trasmissione di un messaggio tramite un’immagine, ha assunto una rilevanza quasi assoluta nella nostra vita quotidiana.

Lo vediamo attraverso la TV, sui social network, sul web in generale.

Sempre più la tendenza è quella di comunicare attraverso immagini o video piuttosto che farlo con dei testi o altri mezzi.

Questo perché un’immagine o un video ben fatti hanno quella capacità di coinvolgere ed emozionare il tuo “pubblico” che molto spesso milioni di parole non hanno.

Ti trasmettono un messaggio, a volte ti emozionano ed altre volte ti incuriosiscono suscitandoti una reazione ed un coinvolgimento.

É questo quello che succede molto spesso e credo sarà capitato anche a te di provare alcune di queste o altre sensazioni.

Proprio perciò ti dico che facendo attenzione a questo aspetto la tua azienda può trarne dei grandi benefici .

Oggi la comunicazione visiva influenza le tue scelte in tantissimi settori, vuoi alcuni esempi?

Vieni influenzato sul ristorante da scegliere sulla base delle foto e dei video che trovi di quell’attività, sui piatti da mangiare che sceglierai, sul prodotto da acquistare online, sul parrucchiere al quale ti rivolgerai, sulla macchina che comprerai e avrei ancora mille esempi da farti ma credo di aver reso l’idea.

Prestare attenzione alla tua immagine e a quella tua azienda è diventato un passaggio obbligato, non puoi più permetterti di non curare un aspetto diventato cosi determinante per un’attività commerciale.

Adesso con molta probabilità ti starai chiedendo come fare per riuscire in tutto ciò?

Alcuni prendono sotto gamba questo aspetto pensando : “Tanto le foto le posso fare anche da solo…”.

Vero da un lato perché a volte di tratta di schiacciare un bottone di un cellullare, dall’altro lato ti chiedo: se quella stessa foto l’avesse fatta un professionista sarebbe venuta meglio o peggio?

Personalmente ho sempre pensato che rivolgersi ad un fotografo professionista sia la scelta migliore per tanti motivi, tra cui sicuramente il tempo, le capacità professionali e l’esperienza, tenendo anche conto di tutti gli strumenti e l’attrezzatura (molto costosa) che usano per svolgere la loro attività.

Nella maggior parte dei casi quando si parla di scattare foto e girare video, molti non sanno da dove iniziare, non hanno il tempo materiale per formarsi né tantomeno la voglia di spendere centinaia se non migliaia di euro in attrezzatura varia.

Per questo come ti dicevo, affidarti ad un professionista ti da la possibilità di avere un risultato di ottimo livello, con materiale che potrai utilizzare per la tua comunicazione attraverso vari canali.

L’obiettivo di tutto ciò è riuscire a trasmettere un messaggio che invogli un potenziale nuovo cliente a interagire con te e la tua attività .

Nel creare i nostri servizi/prodotti per la tua azienda, prima di iniziare con ogni attività di presenza sul web, la prima cosa che facciamo è realizzare un servizio fotografico con uno dei nostri fotografi, mettendo in risalto nel giusto modo tutte quelle caratteristiche e peculiarità che ti rendono unico ed attraente al pubblico che ti guarda.
Evidenziando e mettendo in luce tutti quei prodotti e servizi che vuoi spingere e soprattutto facendolo nel giusto modo.

Alcune aziende che vendono i nostri stessi prodotti e servizi non lo ritengono fondamentale, onestamente credo sia un grandissimo errore.
Nel nostro DNA c’è il voler veramente aiutarti a far emergere la tua azienda e non prendere in considerazione la parte visiva sarebbe uno sbaglio imperdonabile.

In conclusione, mi permetto di dirti un’altra cosa molto importante, ossia che il fai da te non è la soluzione e che avere un professionista che ti aiuti in tutto ciò è sempre la scelta migliore 

Dare una buona immagine di te e della tua azienda è fondamentale in un mercato sempre più competitivo e orientato sempre più alla comunicazione visiva e tutto ciò ti permetterà di essere attraente e coinvolgente riuscendo ad emergere tra i tuoi tanti concorrenti.